lunedì 4 marzo 2013

Guerrilla knitting in my town

Lo conoscete? 
Guerrilla knitting è un movimento che nasce in America nel 2004, contro il grigiore delle città e con il fine di decorare i quartieri cementificati e anonimi, in cui i cittadini si trovano ogni giorno a transitare distrattamente Si potrebbe definire una forma collettiva e anonima di riappropriazione e riqualificazione degli scenari urbani da parte dei cittadini.
Con che cosa?

 Con filati colorati, maglia e uncinetto. 

Perchè ve ne parlo?

Perchè quest'anno anche il mio paese è stato contagiato da questa sorta di street art delle donne, che con filati irresistibili  hanno sferruzzato dei capolavori a strisce, a quadrotti, circolari e a forma di fiore.
Questa iniziativa parte dalla Giornata Internazionale della Donna; ma quest'anno l'Amministrazione Comunale  ha deciso di dedicare tutto il mese di Marzo alla Donna con numerose iniziative tra cui spicca Guerrilla Knitting.

Potevo rifiutare di partecipare??

Assolutamente no. E allora al lavoro!

Grazie all'abilità di numerose mani, con la lana e il cotone sono stati realizzati molti lavori a maglia e uncinetto, che sono poi stati assemblati per andare a ricoprire arredi urbani e alberi.  



Momenti di sferruzzamento collettivo in biblioteca, si preparano i quadrotti. E' anche un bel modo per socializzare......



Terminato il lavoro di preparazione, un manipolo di temerarie si ritrovano alle prime luci dell'alba di marzo per posizionare i pezzi sferruzzati

........... entrano in azione, prima che le luci del giorno facciano capolino

in modo che i concittadini possano, al loro risveglio, trovarsi di fronte ad una delle loro sorprese.


Piano piano la luce del giorno avanza e la piazza comincia a prendere colore


Bardati di decorazioni surreali, gli arredi urbani colpiscono e rallegrano anche i più cinici.





E’ così che nel freddo di fine inverno il tronco di un albero spoglio viene avvolto e riscaldato dai colori

Piccoli e grandi esempi di creatività, sintomo di un desiderio di buonumore e di una voglia di fare che non muore mai. 


Qui finisce il mio reportage, ma lascio
Una rosa per tutte le donne! 




36 commenti:

  1. No, dico, davvero favoloso! Del guerrilla gardening sapevo ma mai avrei immaginato esistesse un guerrilla knitting! Bellissima iniziativa!

    RispondiElimina
  2. Direi che e' una cosa meravigliosa, un sogno....con poco impegno si puo' annientare il grigio della citta', complimenti e ciao da katia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si davvero con poco:basta un po' di materiale, fantasia e voglia di fare e....via il grigiore!

      Elimina
  3. Come il mio Corradino, AMO ciò che dà colore a questo mondo sempre più grigio, e le persone meravigliose che lo colorano!
    Un abbraccio (a colori!) :D

    RispondiElimina
  4. Wow, che cambiamento! Mi sono innamorata della bicicletta rivestita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto che bella trasformazione?

      Elimina
  5. Io amo fare urban knitting! ho già partecipato a Mettiamoci una pezza per l'Aquila e farò ora quella di Faenza.
    Sono bellissimi i pezzi che colorano le città così grigie e tristi.
    Complimenti per la vostra iniziativa.
    saluti
    sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Sabrina e complimenti a te per le cose che fai!

      Elimina
  6. è bellissimo!!! mi si è allargato un sorriso sulla faccia man mano che scorrevo le foto (la migliore è la bici... ma il proprietario lo sapeva???).
    però (lo dico da donna che non sferruzza) è un peccato limitare il tutto a decorazioni all'uncinetto/ferri... non si potrebbe anche colorare, usare la carta o altri materiali, meglio ancora se di recupero? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che la carta esposta alle intemperie sia troppo deteriorabile e perciò difficilmente utilizzabile. Il proprietario della bici....si, lo sapeva!

      Elimina
  7. Però, non conoscevo questo movimento!
    Le nostre città grige avrebbero molto bisogno di un po' di colore!
    A presto = )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che queste iniziative prendano piede, un po' di colore non guasta mai!

      Elimina
  8. Siii lo conosco. Ne ho sentito parlare anche alla tivu e devo dire che mi sono entusiasmata tanto alla cosa che la mia testolina ha incominciato a lavorare di fantasia /tipo organizzare qualcosa del genere/ ma mio marito mi ha rimbrottata subito. :-) . E' una cosa spettacolare veramente. Siete state bravissime e lodevoli per il tanto lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla! Il lavoro indubbiamente c'è stato, ma ci siamo anche divertite!

      Elimina
  9. Ma che iniziativa bella e divertente! Ricambio la tua visita e l'iscrizione ai tuoi lettori fissi perchè vedo che condividiamo molti interessi. Ben trovata! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, ben trovata a te!

      Elimina
  10. Bellissima iniziativa, complimenti! Anche la socializzazione é molto importante...io sto preparando quadrotti per il Knitting Pink Urban facendomi aiutare da mamma e suocera!
    Ciaoooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La socializzazione è importantissima: ci si conosce, ci si scambiano idee, consigli, opinioni. Allora attendo di vedere il Knitting Pink Urban...

      Elimina
  11. Ho fatto re-blogging :)
    http://girlybike.blogspot.it/2013/03/guerrilla-knitting.html
    Siete grandi!

    RispondiElimina
  12. Ma che bello!Siete davvero un esempio per tutta l'Italia, non dico tanto per dire, questo va davvero oltre il senso civico.Mi mancano questo tipo di iniziative, anche perchè abito in Sicilia da poco tempo e non ho molte amiche ,pre fortuna che ci sono le amiche del blog, che, come te,riecono sempre a farmi sorridere.
    Maddalena

    RispondiElimina
  13. Grazie Maddalena. Capisco il tuo sentirti un po' sola e davvero iniziative come questa servono a socializzare, a conoscere persone nuove e...mi fa sempre piacere se riesco a far nascere un sorriso!

    RispondiElimina
  14. Bellissima iniziativa, non la conoscevo!
    Un abbraccio e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  15. Conoscevo il movimento, sì... e la vostra riedizione è veramente ganza! Complimenti, e bei lavori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, ce l'abbiamo messa tutta!

      Elimina
  16. Tempo fa, cercando sul web notizie di un comune lombardo che intendo visitare perchè c'è una chiesa antica, anche se purtroppo fortemente rimaneggiata, avevo intravisto qualche notizia di , credo, questa iniziativa.
    Ora la vedo realizzata.
    Stupenda iniziativa e stupenda Marshall che ha contribuito a realizzarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Costantino, troppo buono...poi divento rossa!!

      Elimina
  17. Già conoscevo il Guerrilla gardening ma non avevo mi sentito parlare di Guerrilla knitting. Un'iniziativa sconcertante, ma entusiasmante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie krilù, ci siamo talmente entusiasmate che stiamo già pensando alla prossima!

      Elimina
  18. Avevo già visto foto di questo particolare tipo di Street Art su Pinterest e l'avevo trovata molto divertente, ma non sapevo che anche qui in Italia ci fossero delle iniziative così. Siete state bravissime, complimenti a te e alle tue compagne di guerrilla, è meraviglioso vedere la tua città vestita di tanti colori! Mi hanno colpito soprattutto quei piloni (boh, si chiamano così?) trasformati in allegri pouf. E poi è bellissima la vostra sortita notturna per posizionare i lavori... Applausi a tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie degli applausi Ninfa, l'esperienza ci è piaciuta a tal punto che la allargheremo ad altre zone!

      Elimina
  19. ma che bella iniziativa. Complimenti. Le creazioni mettono allegria.

    RispondiElimina
  20. Ma che meraviglia ,mi sarebbe piaciuto essere li e vederli ancora avvolti dalla nebbia mattutina ! La bicicletta la trovo meravigloisa !
    Ancha qui a Basilea li ho visti ,sulle ringhiere di due ponti sopra il Reno . Molto allegro ! Cara Marshall, sei molto ingegnosa ,mi piace il tuo blog ,e mi sono unita ai tuoi Follower,mi fa molto piacere !
    Un caro saluto dalla Svizzera , Bianca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Bianca, mi fa molto piacere! Verrò presto a vedere il tuo blog....

      Elimina